Form di ricerca

What's hot

Room non è tornato, è un Tornado

“In questi tre anni tante persone mi hanno chiesto ‘perché hai smesso di fare musica?’, ‘quando tornate a fare qualcosa?’. Non tantissime, ma tante. Segno che qualcosa di buono comunque l’avevamo fatto.”

Tre anni di silenzio in un ambiente come quello del rap non sono tanti, sono un’eternità. Soprattutto se sei un giovane emergente di talento.

 

Room, conclusasi l’esperienza Spuma Cru, è stato tre anni in silenzio discografico ma questo non vuol dire essere rimasto fermo: le esperienze radiofoniche, i viaggi effettuati ce lo restituiscono ancora più completo rispetto all’artista che avevamo imparato ad apprezzare ai tempi di “Basta Un Attimo”o “Una Persona Sola”.

 

Quello che non cambia è l’attitudine al microfono.

 

Nel nuovo singolo “Tornado” ritroviamo infatti tutti i tratti distintivi della sua penna, i tricks lirici, le punchlines ad effetto, le citazioni e i cambi di flow, il tutto registrato one take su una produzione cucita su misura da Samuele Daccò, anche lui membro originario della stessa Spuma Cru.

 

"Perché in Italia ci sono tante persone che fanno rap meglio di me. Ma non tantissime."

 

Il videoclip di Tornado, ad opera di Amnesia Films, rappresenta al meglio l'idea originaria del comeback di Room: solo un microfono, la musica e le rime. Più qualche aereo di contorno, a rappresentare idealmente sia il ritorno sulla scena che l'idea del viaggio nella sua accezione più estesa.